Monday, July 30, 2012

Always on the move

Post prettamente fotografico, poche parole, semplici, ma perdonate, sto crollando di sonno...ed è ancora lunedì!!!

Sono giorni intensi, fatti di corse, lavoro, pasti frugali ma anche di weekend con amici, concerti (al mio solito), Olimpiadi e ho già detto...corse!?!?

Sono notoriamente una trottola: sono poco o mai a casa e non mi sfugge un evento, un concerto (specialmente gratuito o ad estrazione), quindi ciò che apprezzo maggiormente di casa mia è...il letto e la doccia!

Olimpiadi, e allora com'è? Stamattina sono uscita di casa mezz'ora prima, con il terrore di trovare code chilometriche per prendere un treno e invece, la tranquillità! Ci ho messo quindici minuti invece che mezz'ora per arrivare al lavoro e continuavo a domandarmi se fossero tutti in vacanza, meglio così a onor del vero!

Due settimane fa ho visto la torcia nel mio quartiere e devo dire, come una bambina dell'asilo, nonostante la carovana di sponsor multinazionali (a cui devo una Coca Cola in edizione limitata, una Coca Cola Zero, gadgets vari) mi sono emozionata!



La cerimonia di apertura mi è piaciuta moltissimo, in particolar modo perché incomincio veramente a sentirmi parte di questo paese, anche se il mio cuore rimane italiano. Ovviamente per una patita di musica come la sottoscritta sentire Beatles, Prodigy in una selezione curata dagli Underworld, vedere Arctic Monkeys suonare per l'apertura delle Olimpiadi è SUPER, non credo di dover descrivere o commentare ulteriormente quello che tutto il mondo ha visto! Ho avuto la possibilità grazie ad un'amica di essere in un pop-up club allestito proprio per le Olimpiadi a 100 metri dal parco Olimpico ed è stata proprio una splendida serata!



E i fuochi...SPETTACOLARI!!!




Nel weekend sono riuscita a incastrare incontri con amici, una mostra sui Blur (molto interessante, ottime fotografie!)



..e un Sunday roast (enorme) con le amiche per celebrare il mio compleanno (in ritardo!)


Oltre ovviamente al lavoro, questa settimana mi aspetta William al Globe (da vera literature nerd, dopo 4 anni una visitina a vedere una rappresentazione teatrale direi che ci sta!), basket al Parco Olimpico venerdì, un festival di musica elettronica sabato, pallanuoto domenica al Parco Olimpico e lunedi un concerto con Jimmy Cliff cantante giamacano famoso per concludere in bellezza. I miei amici mi prendono in giro dicendo che mi ci vorrebbe solo una PA (personal assistant=segretaria) per tenere da conto i miei concerti e le serate, ma a piace così, mi godo la città , le sue mille possibilità ed essere "da sola" spesso (non sola!), 

LIFE ON THE MOVE!

A presto, Nà!





Thursday, July 26, 2012

Thursday is the new Saturday

Dovrei scrivere un post sulle Olimpiadi (e probabilmente lo farò), dovrei andare a dormire, visto che sono le 00.05 e domani è venerdì, ma è una di quelle serate in cui dovresti e non fai e l'adrenalina e le emozioni di una serata proprio bella non passano. Butto giù pensieri così, strampalati e senza consecutio temporum, estemporanee di ore volate via così, sull'onda di un sorriso.

Serata in cui ho riscoperto l'emozione di uno scantinato, ovvero di un basement club a Stoke Newington, The Waiting Room. Non conoscevo molto la zona, ma questo posticino mi ha proprio conquistato. Nel seminterrato, luci rosse al bar, un semplice palco e il booth del dj, cosa volere di più? Ottima musica! Ed è stato proprio così.

In consolle Four Tet, dj londinese che ha remixato Aphex Twin, Bloc Party, Radiohead. Già visto in altre occasioni e non mi ha proprio mai deluso. Avevo avuto  i biglietti per la serata tramite Eat Your Own Ears, una compagnia di eventi che organizza concerti a Londra in venue abbastanza grandi. A settembre propongono The XX e hanno poi artisti del calibro di Grimes, Django Django che per molti probabilmente saranno sconosciuti ma che qui a Londra fanno sold-out in pochi giorni dalla messa in vendita dei biglietti.

Sul palco sono saliti poi i Rocketnumbernine ed il locale è  letteralmente esploso. Due fratelli, uno alla batteria, l'altro alla tastiera, un mix di suoni distorti e di bassi potenti e via. Un locale piccolo si trasforma in una miscela esplosiva di teste che si muovono a tempo, energia positiva, sorrisi contagiosi e piedi che battono a tempo.

Tutti perdono le proprie inibizioni e non rimane che lasciarsi trascinare dalle note e dalle emozioni. Che serata!!








Giovedì è il nuovo sabato...perchè? Tornando verso casa con la mia amica ho attraversato Dalston e sarà il caldo di questi giorni, sarà l'atmosfera ma sembrava di essere già nel weekend (ubriachi inclusi)! La gente riversatasi per strada colora anche i quartieri più spogli.

Ottima serata, perfect vibes. A volte non servono grandi nomi o venue enormi (anche se continuerò a tirarmela a vita per aver visto fior fiore di concerti al Wembley Stadium o alla Royal Albert Hall). 
Anche questa è Londra e anzi, forse questo è uno dei motivi principali per cui amo questa città. Basta una stanza sotto un pub,  persone con una passione, altre persone che sanno ascoltare la musica con il cuore et voilà... una splendida serata londinese!


Tuesday, July 17, 2012

E sono quattro mesi (quasi cinque!)

Non scrivo un post da secoli, forse per pigrizia, forse per scaramanzia. Sono viva!!!


Sono tornata a Londra all'inizio di Marzo, dopo qualche mese di "pausa" in Italia. Sono tornata con la consapevolezza che non volevo fare di nuovo un lavoro che non mi permettesse di avere una vita un pochino "normale": turni normali, weekend libero, paga decente. E voi direte, utopia!

E invece....
Per strani casi, coincidenza, fortuna e tenacia, mi ritrovo a scrivere dalla "mia" scrivania, da un lavoro in un ufficio che per molti potrebbe essere "boring" e monotono, ma sono ancora qui a Londra. Per ora ho un contratto a tempo determinato, iniziato come sostituzione di qualche settimana, trasformatasi poi in...mesi!
Lavoro solamente con inglesi, molto piu' grandi di me (questa e' l'unica cosa che patisco, vorrei avere colleghi piu' giovani con i quali uscire ogni tanto!) e sono letteralmente immersa nella loro vita, fatta di mariti, figli, commuting *ovvero viaggio di ore da casa in campagna al centro di Londra*. 
Passo le mie otto ore tra e-mail e telefonate, ma la clientela e' di un certo tipo e raramente incontro o mi trovo a parlare con maleducati. Vedremo...Ovvviamente mi piacerebbe poter dare sfogo alla mia creativita' e   la voglia di lavorare con la musica e' sempre li` ma pazienza...prima o poi, o rimarra` un bel sogno!

Ho trovato casa a 15 minuti da Brick Lane e mi piace molto anche se le coinquiline francesi non sono il massimo della simpatia. Tra poco se ne andranno, quindi si vedra' cosa succedera', puo' capitare anche di peggio!

Sto patendo a tratti la solitudine: quasi tutti i miei amici sono fidanzati, accoppiati e cosi` mi trovo ad andare a concerti, feste, serate e mostre da sola. A volte mi butto giu`, ma come e` nel mio spirito, a seconda della serata, tacchi o anfibi e sono pronta in pista. Non sono un tipo che rimane a casa a piangersi addosso e visto che questa citta' me lo permette, vado in giro da sola e incontro gente simpatica e devo dire che proprio non mi annoio.

A settembre andro` persino in vacanza da sola. L'anno scorso mi ero fatta tre giorni di mare e il concerto dei Subsonica, questo anno...Portogallo! Visto che agosto e` letteralmente proibitivo con Olimpiadi & co, mi sono buttata su fine estate.

Mi sto avvicinando ai trenta e ovviamente, vorrei uno spazio mio, un buchino da chiamare casa anche se minuscolo, senza dover trovare gente che non conosco per casa, dover lasciare messaggi sulle porte per dire di pulire la doccia o la cucina. Mi piacerebbe avere una famiglia o qualcuno che ogni tanto si prendesse cura di me, ma non e' facile lo so. L'ambizione e la difficolta' di una grande citta', con tutto quello che ha da offrire.

Spero e voglio aggiornare questo spazio maggiormente, postare foto e quello che combino qua, speriamo di mantenere la promessa!!

A presto

Na'