Saturday, March 19, 2011

Festa, festa, festa!

Il sole splende qui su Londinium e io, ovviamente, sono qua a contemplarlo dalla finestra di un palazzo di Kensington, detto anche postazione di lavoro.
Sara` una giornatina lunga, visto che il weekend e` abbastanza tranquillo e c'e` poca gente in giro: di conseguenza una mezz'ora passa come se fosse un'ora (o se vogliamo proprio esagerare, anche due. Moltiplicate voi per otto ore lavorative!).Fino a giovedi` non ho un giorno libero, quindi..viviamocela!
Ieri ho finito alle 11 di sera, ma nonostante tutto sono uscita.
Locale carinissimo in zona est di Londra, chiamato the Nest ( link qui). Da quando la parte di Shoreditch e Brick Lane e` diventata meno underground ma conosciuta anche dagli italiani che vengono a farsi il weekend qua in cerca di cosine carine ai mercatini vintage, la popolazione degli hipsters, ossia quelli vestiti tipo cosi`, che vogliono fare gli alternativi a tutti i costi, si e` spostata ancora piu` a est.

Non ero mai stata a Dalston-Kingsland e devo dire che il locale mi e` piaciuto proprio. Un basement-club, ossia una cantina, grezza ma carina, con luci al neon e poster sulle pareti. Serata di musica elettronica come piace tanto a me. E pensare che quando ero piu` piccolina e vivevo in Italia andavo a ballare una volta all'anno forse, perche` non mi piaceva proprio la musica che mettevano e il modo in cui si viveva la cultura del clubbing della mia regione! Invece qua vado spessissimo, adoro i Dj, conosco i mix che mettono e sono proprio appassionata. La cultura del clubbing non e` solo andare e sballarsi, ma per quando mi riguarda e` andare e ballare fino allo sfinimento! A volte torno a casa come se avessi fatto ore di palestra!

Mi sono divertita moltissimo, prezzo d'ingresso cheap ( cinque sterline!), drink anche sulle tre, quattro e un'ottima serata a ballare e ridere con un mio amico. Veramente very good! Da ripetere! Il locale e` piccolino rispetto al Fabric o altri club londinesi, ma devo dire avevo bisogno di una ventata di novita`.
Ieri sera c'erano come dj,  Herve, Tom Staar e gli italianissimi Reset! che hanno fatto ballare e sudare tutti!

Cinque ore di sonno ed ora al lavoro! Si finisce alle 11 e si attacca alle 9 domenica...che pazienza!
Per quanto adori le serate a volte vorrei veramente poter finalmente avere una vita normale lunedi`-venerdi` 9-6, invece che turni ed ore di sonno inesistenti!



Un bacio a tutti quelli che passeranno di qua per caso o per voglia...buon weekend!




Wednesday, March 16, 2011

Live dalla postazione

anche se non potrei farlo, eccomi qui, dopo qualche giorno di assenza.

( Piu` o meno scrivo da una cosa del genere....)

Tornata in terra londinese, dopo toccata e fuga in terra italica. Ovviamente i miei viaggi non sono mai lisci come l'olio! Partenza prevista per le 6.30 A.M. ( tutti i passeggeri hanno passato una notte insonne tra trasporto verso l'aeroporto e attese per check-in e controlli!), io mi siedo, mi assopisco, mi sveglio alle 7.20 convinta di trovarmi in mezzo alle nuvole e invece...siamo ancora in UK, a Londra...cosa!?!?!
Eh si`, ebbene, problemi all'aereo, controlli..attesa, ovviamente pubblico a bordo spazientito (si sentono urla del tip "Vogliamo la colazione gratis!" da parte di due arzille signore milanesi. E che ti aspetti da italiani in ritorno in madrepatria!?!
Ad un certo punto una signora si sente male, l'hostess chiama per chiedere se ci sono dottori a bordo e via...PANICO! Bombole di ossigeno, svenimento, help!
Dopo un'altra ora, dopo che il tutto si e` risolto, dopo che i bagagli sono stati trasportati su un altro velivolo, noi tutti passeggeri con occhi assonnati (che non sapevamo manco come camminare all'altreo aereo dal sonno), siamo arrivati a destinazione con ben due ore di ritardo. Che odissea!

Per fortuna a casa mi aspettavano davvero le lasagne di mamma, il dolce con i wafer e  il caffe`, quindi non mi posso lamentare. Domenica in famiglia tranquilla,con la pioggia da pianura padana fuori dalla finestra, chiacchiere e relax.Quanto tempo!Ovviamente ero cotta dal non dormire!

Al ritorno volo alle 22, arrivo alle 2 dove lavoro, dormita in albergo e alle 7 in reception! Non vi dico come ero conciata con tre ore di sonno!

Tra l'altro ieri ho scoperto e incontrato dove lavoro la mia professoressa di Letteratura inglese dell'univesita' dove ho fatto la prima laurea....che strana sensazione! Lei ovviamente con le migliaia di studenti interrogati non si ricorda, pero` si e` detta contenta e orgogliosa di sapere di avere studenti che vivono e lavorano all'estero, parlando inglese. Io avrei voluto dirle che si` vivo a Londra, ma si fa fatica anche qui alla fine del mese, ma devo ammettere che in primis e` stato strano ma e` stato anche una soddisfazione e di sicuro una bellissima sorpresa!

Questa settimana, ovviamente strana visto che lavoro su turni, sempre diversi, mi si prospetta un weekend lavorativo, ma domani ho intenzione di testare un nuovo spagnolo in zona Old Street e venerdi`, dopo lavoro (finisco alle 11), provero` un locale a Est Londra, un pochino alternativo e con musica elettronica (una delle mie passioni), dove suoneranno tra l'altro dei dj di Milano, i Reset! Curiosa di vederli!

E voi che combinate questo week end?

Aspetto qualche vostra risposta!

Talk anzi..write to you soon

Na`

Saturday, March 12, 2011

Con la valigia sempre in mano.

Quasi completata la settimana lavorativa, di ritorno dagli States, eccomi di nuovo con la valigia in mano!
Problemi di salute che danno fastidio e quindi...domani mattina alle 6.30, volo low-cost, direzione Pianura Padana. Sara` un mordi e fuggi di un giorno e mezzo, implicante il fatto che dovro` passare la notte insonne tra autobus notturno e coach per arrivare a Stansted, ma mi consola il fatto che potro` mangiare le lasagne della mamma.

Fa piacere poter passare una Domenica con i propri genitori, specie quando si e` cosi` lontani da casa!

Ieri sera sono stata alla Roundhouse ( link qui), uno dei miei posti preferiti in quanto a concerti. E' un edificio di forma circolare a Nord di Londra, a Camden Town, utilizzato una volta come edificio industriale, e` ora una venue per concerti, performance ed eventi vari. Vi ho visto in precedenza Faithless e Chemical Brothers , oltre a Paolo Nutini e Marina and the Diamonds. Ogni volta che ci torno, devo ammettere che e` veramente un posto magico e speciale.




Ieri ho visto Chase & Status, un gruppo composto da due dj, non conosciuto in Italia. In Inghilterra i loro singoli hanno raggiunto alti posti nelle classifiche e hanno addirittura fondato un'etichetta discografica. Suonano principalmente drum 'n bass & dubstep, musica pesante per intenderci.
E che dire, io che sono una "fogna" in quanto a musica, poiche` ascolto da Chopin ai Metallica, mi sono divertita un sacco. Fortuna che avevo acquistato biglietti non standing, ovvero non per posti in piedi, ma per la parte che generalmente viene lasciata alla stampa ( ma che questa volta era in general sale).
E per fortuna!
Il pogo si e` scatenato per tutta la serata e persino nella nostra sezione nessuno stava fermo o seduto! Mettero` presto fotografie su Flickr, ma per chi e` curioso, basta fare un giro in You Tube per vedere cosa scatenano.Diciamo che io e il mio amico ci siamo proprio immersi nella cultura popolare inglese, c'erano certi elementi tatuati e a dorso nudo ieri sera che vi raccomando!
Ribadisco, energia pura e ballo sfrenato comunque!

Prossimo concerto sara` probabilmente non prima di quello dei Subsonica a Bologna, che aspetto da tempo, che non concerne la vita londinese, ma sara` piu per un resoconto di un'italoangobrasiliana in Italia con il suo gruppo preferito!

A presto per altri resoconti,

Na`



Wednesday, March 9, 2011

Back to UK!

Non che abbia abbandonato questo blog già sul nascere, ma sono tornata da poco da New York. Poco tempo, tante cose, ritorno alla frenesia londinese...lavoro!

Tanti updates e la consapevolezza di sentirmi Londoner dentro. Finalmente!
Prometto un resoconto al più presto, anche se mi aspetta un'altra trasferta veloce in Italy, causa salute.

A prestissimo e grazie alle nuove "visite"!